Cerca English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
giovedì 1 settembre 2016 ..:: Home ::.. Registrazione  Login
 Menu del sito Riduci

 Stampa   
 In Questo Sito Riduci

 

Questo sito nasce dall’esperienza della scuola di Magia pratica e dal lavoro delle Allieve Iniziate ai misteri di Bacalou Baca e Magia Atlantidea.
I rituali sono esposti nella loro interezza e dove è necessario, commentati, solo alcune parole di potere e formule magiche non sono pubblicate in quanto pericolose per i non iniziati o semplicemente perché devono essere formulate appositamente per la persona che le utilizzerà.

 

Questa Magia non prevede, anzi rifiuta ogni tipo di sacrificio cruento e inutile di forze viventi e intelligenti. L’essere umano per vivere è costretto a distruggere e trasformare altre entità vive e coscienti. Questo è inevitabile ed è già un sacrificio sufficiente per attuare ogni forma di magia, facciamo sì che non sia uno spreco di vita e potenzialità.
Il fulcro di questa magia è l’armonia e il rendere grazie alle Forze Divine per il loro aiuto nel realizzare ciò che desideriamo.

 Stampa   
 Richiesta informazioni Ingrandisci

 Stampa   
BENVENUTO IN MAGIA PRATICA  BENVENUTO IN MAGIA PRATICA Riduci

La Magia del Fare

 

Una strada di semplicità

 

La mia magia è la magia del fare, per poter fare dobbiamo essere, e l'unica cosa che possiamo essere è Dio!

La realtà che percepiamo, tutto quello che esiste, visibile ed invisibile, non è che una proiezione della nostra divinità, ecco perché possiamo modificare la realtà con il rituale.

 

L'iniziazione è indispensabile, anche se è pur sempre un autoiniziazione, chi ti inizia non esiste veramente è una tua proiezione! L'iniziazione ti porta a coscienza che sei Dio!

 

La magia del fare ti permette di ottenere quello che vuoi, è l'applicazione pratica del postulato "il pensiero crea". È un metodo naturale di crescita spirituale!

 

Ora definiamo con qualche esempio.

 

Io sono Dio ma solo esercitando le mie funzioni di Dio posso esplicare la mia essenza divina e rimanere "sveglio" e ricordarmi chi sono! Quindi agisco sulla realtà e la mia divinità "cresce" in maniera naturale, esattamente come il contadino che coltivando la terra ottiene dei frutti ma nel contempo si rafforza i muscoli e la salute!

 

Lo studioso teorico che si limita a leggere e chiacchierare, che è preso da mille paure e dubbi che preferisce criticare anziché sperimentare, o che si vanta di essere un grande mago solo perché ha letto libri di Grandi Maghi è come chi frequenta le palestre rafforzerà sicuramente muscoli e salute, "il suo essere dio" ma non agendo sulla realtà e non ottenendo frutti come il contadino manterrà il dio che è lui in uno stato di frustrante non-espressione creativa e diventerà un dio dormiente che sogna incubi terribili e creerà inconsapevolmente una realtà spiacevole!

 

Il Dio che può creare insemina la Realtà con la sua essenza è un Dio felice, realizzato e sveglio e realizza una Vita stupenda di prosperità e Amore.

 

Dinamiche mentali e ritualità Magica

 

Una cosa che ho capito dopo aver più volte battuto in muri che non riuscivo ad abbattere nonostante tutti gli sforzi.

Le dinamiche mentali, meditative, utilizzo dell'inconscio e di tutte le altre parti dei nostri vari corpi più o meno sottili, sono la base indispensabile ma non sono ancora Magia praticata e realizzata.

 

Vediamola con un esempio: Immaginiamo l'atto Magico come fosse il muoversi, lo spostarsi.

Finché utilizzo semplicemente le mie gambe per muovermi sto utilizzando il vasto ed indispensabile universo delle dinamiche mentali e/o simili. Posso diventare bravissimo e velocissimo.

 

Se utilizzo una bicicletta per ottimizzare lo sforzo, utilizzo un semplice e da tutti applicabile, atteggiamento magico (le prime informazioni di magia naturale). Posso anche diventare bravissimo ma smuoverò gli eventi per quanto la mia energia me lo permette. Se devo andare sotto casa a prendere il gelato ci vado a piedi, non uso l'aereo! Sarebbe uno spreco ed un inquinamento inutile e dannoso anche per me!

 

Ma se da Milano voglio andare In Sicilia a mangiare la cassata? Quanto ci metto a piedi o in bici?

Uso quindi i piedi fino all'auto (che è la tecnologia magica) e per guidarla devo avere la patente (iniziazione, oppure autoiniziazione, oppure pratica/studio/impegno). Devo metterci il carburante (energia magica) e poi userò le gambe (dinamiche mentali) per manovrare le varie leve! E se voglio fare ancor prima!? Con l'auto vado a prendere l'aereo, ma anche qui lo devo saper manovrare ed avere il brevetto e tutto il resto!

 

E se voglio andare a fare un giro su qualche pianeta distante?

Qui ci troviamo davanti ad un ostacolo che nessun mago, per quanto potente sia, può superare da solo. Solo un gruppo può permettere la realizzazione di un impresa simile. Questi sono principi magici applicati. Naturalmente molti di voi ne utilizzeranno anche altri che funzionano altrettanto bene.

 

La magia come scienza del modificare la realtà

 

La magia è l’arte di modificare la realtà.

 

 

Israel Regardie scrive che “la magia è l’arte di applicare cause naturali per produrre effetti sorprendenti”.

 

Crowley diceva che “lo scopo generale della magia è influenzare il mondo dietro le apparenze, per poter trasformare le apparenze stesse”.

Robert Canters, nella sua prefazione a "Storia della magia" scrive che "per mezzo della magia le cose cessano di essere ciò che sono per divenire ciò che noi desideriamo che siano".

 

Ma cosa è la realtà che vogliamo modificare?
E' possibile modificarla?

 

Ecco ora voglio svelavi il segreto della trasformazione della Realtà.

 

 

Noi viviamo in una realtà illusoria, il mondo di Maya, quello che vediamo e percepiamo è solo il riflesso dello specchio che riflette a volte anche in maniera distorta la realtà vera, quella che chiameremo il REALE.

 

Siamo un Essere Divino e se abbiamo la conoscenza e la coscienza di esserlo, possiamo agire sul REALE e portare i cambiamenti richiesti nella realtà, cioè nel riflesso dello specchio, quello che percepiamo normalmente.

 

La realtà giornaliera è lenta nel suo trasformarsi, o meglio siamo noi che essendo vincolati allo scorrimento temporale impieghiamo molto tempo per spostarci da una realtà che non ci piace ad un altra desiderata.

 

Il REALE contiene tutte le realtà possibili con gradi diversi di probabilità di realizzazione, quelle più vicine al flusso di realtà che stiamo vivendo (emanando) sono più probabili ma naturalmente non ci soddisfano appieno, si tratta di una frequenza di una vibrazione molto simile, quindi non può ragionevolmente, essere troppo diversa.

Ci vuole costanza e determinazione nel mantenere vivo in noi il nostro fine affinché, come un navigatore satellitare automatico, ci porti a destinazione.

Ecco spiegato come funziona il principio magico della modificazione della realtà.

 

Nel Reale Tutto già esiste, non possiamo creare una nuova realtà perché essa già esiste essendo le possibili realtà infinite, non possiamo neppure variare la realtà stessa che stiamo vivendo in quanto sarebbe come creare una realtà diversa e come appena detto, già c’è da qualche parte e per il principio di minimo spreco dell’energia non possono esistere due realtà uguali.

 

La possibilità che abbiamo è quella di mantere ben presente in noi la realtà che vogliamo raggiungere e direzionarci per raggiungerla, sapendo per certo che esiste.

 

Ma in pratica come avviene questo spostamento verso la situazione voluta?

 

Facciamo un piccolo esempio:
Sentiamo che la casa che abitiamo non è più in armonia con noi, piccoli fastidi nulla di grave, ma non è più quel nido sicuro che ci protegge e ricarica di energia positiva.
Magari qualche elettrodomestico fa i capricci, o sentiamo rumori strani, la luce all’interno non è più calda e piacevole o le piante si ammalano senza motivo.

Ci viene da pensare che si siano accumulate energie negative e vorremmo eliminarle.

 

Oppure abbiamo piccoli fastidi nella nostra vita, ritardi sul lavoro, piccoli contrasti in amore, spese inutili e fastidiose.

 

Viviamo con poca energia e non riusciamo mai a recuperare le forze in modo ottimale.

Pensiamo, quindi, di aver accumulato energie a bassa frequenza, energie negative e spiacevoli.

 

Vorremmo modificare la realtà che stiamo vivendo e facciamo sforzi per modificarla, ma sappiamo, per il principio prima esposto, che la realtà non si modifica, e più sforzi facciamo e peggio è.

Dobbiamo semplicemente scegliere un’altra realtà!

 

Questa realtà ci appare ancora lontana, sappiamo esattamente cosa vorremmo ma non riusciamo ancora a farcene un’immagine chiara e viva, cioè come la stessimo vivendo veramente.

 

Mantenere costantemente nella nostra attenzione spirituale l’obiettivo che desideriamo raggiungere diventa faticoso con tutte le cose che dobbiamo fare nella nostra vita normale.
 
 
Eccoci finalmente giunti al perché la conoscenza magica e l’uso consapevole del rituale ci permette di spostarci da una realtà che viviamo e non vogliamo più ad una realtà che desideriamo e che è pensiamo sia meglio per noi.

 

 


 Stampa   
   Riduci

  
 Announcements Riduci

 Stampa   
 Risorse Magiche Riduci

 Stampa   
Copyright (c)   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2016 by DotNetNuke Corporation